FATTO 30, FACCIAMO 32

Abbiamo dato oggi notizia pubblica dell’esito della manifestazione di interesse per la realizzazione di 32 postazioni di ricarica per auto elettriche a Bergamo. 

Diciamolo subito, la città è ancora all’anno zero o quasi su questo specifico tema. Diciamo pure che la gestazione di questa progettualità è stata “diesel”, tanto per fare una battuta: lenta, ma per fortuna inesorabile. A nostra parziale discolpa, l’aver immaginato un percorso più classico (risorse comunali + bando regionale) che si è perso nei meandri della burocrazia dei livelli amministrativi superiori. Peccato perché un bando l’avevamo anche vinto quasi due anni fa, ma non ha portato a risultati tangibili a causa di ritardi non nostri.

Ed ecco che allora ci siamo mossi su un’altra strada, quella della manifestazione di interessa rivolta a privati, che è stata un grande successo.

Oggi sappiamo che A2A realizzerà 32 colonnine di cui 8 fast charge. Le postazioni toccheranno tutta la città, compresi i quartieri e saranno attive da fine novembre 2018, dunque in tempi molto rapidi. Bergamo colmerà rapidamente il ritardo che ha accumulato con altre città, quali Milano (ovviamente in proporzione) e Brescia. L’investimento è sostenuto interamente da risorse private, mentre il Comune si limiterà a concedere suolo pubblico. A2A garantirà il primo anno di ricarica gratis e, ciliegina sulla torta, doterà alcune colonnine di dispositivi wifi per espandere la rete del Bergamo Wifi.

Siamo in un periodo storico in cui la mobilità elettrica è ancora una sfida proiettata nel futuro. I comuni e gli enti pubblici più in generale possono e devono recitare un ruolo di incentivazione, anche se lo switch definitivo è in buona parte nelle mani del mercato automobilistico e dell’evoluzione tecnologica (costo batterie, autonomia e tempo di ricarica). 

Ricordo che il Comune di Bergamo ha de facto trasformato il 2018 nell’anno della “svolta elettrica”. Solo per ricordare altre azioni in essere, per titoli:

  • 12 autobus elettrici e inaugurazione della linea C;
  • bando di finanziamento a fondo perduto per l’acquisto di mezzi elettrici commerciali per le consegne nelle ZTL cittadine;
  • mantenimento delle agevolazioni di sosta per veicoli elettrici e ibridi e stupula di un accordo con i comuni dell’Isola Bergamasca per un riconoscimento reciproco dei tagliandi di sosta.

Qui ulteriori informazioni sulla manifestazione di interesse del Comune:

http://www.comune.bergamo.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=23640

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.